San Giuda Taddeo
Ultimo aggiornamento:
12 Maggio 2024
San Giuda Taddeo Apostolo, prega per noi

 

      Indice

A chi soffre
Lettera cattolica i San GiudaTaddeo
Preghiera a San Giuda Taddeo
Novena perpetua in onore di San Giuda Taddeo
Breve novena in onore di San Giuda Taddeo
Novena in onore di San Giuda Taddeo
Breve Triduo
Laude
Rosario devoto in onore di San Giuda Taddeo
Invocazioni al Santo Apostolo
Orazione
Preghiera a San Giuda Taddeo
A San Giuda Taddeo, preghiere
Rendono grazie al loro celeste Patrono
Atti di devozione a San Giuda Taddeo
Preghiera per ottenere l'intercessione di San Giuda Taddeo


Torna indietro


A chi soffre Torna all'inizio


Dio ha concesso a San Giuda Taddeo poteri straordinari di intervento presso il Trono della Sua Misericordia.
L'esperienza di tanti secoli di devozione - durante i quali innumerevoli e straordinari miracoli sono scesi sull'umanità intera per l'intervento di San Giuda Taddeo - ci dimostra come le preghiere a questo grande Santo siano particolarmente gradite al cuore di Gesù Misericordioso.
Migliaia di sofferenti invocano giornalmente il suo miracoloso intervento, ed è specialmente nei casi difficili e critici che il suo mirabile aiuto viene esperimentato.
Venite, sì, venite tutti voi che soffrite ogni sorta di mali, che siete afflitti, sconsolati, sfiduciati, oppressi, venite ai piedi del grande consolatore San Giuda Taddeo; esponete a Lui le vostre necessità, riponete nel suo aiuto così potente tutta la vostra fiducia forte ed incrollabile, superate la diffidenza, il dubbio, l'ansia e soprattutto non abbandonatevi alla disperazione: siete nelle braccia di un grande Santo! Dovere esser quindi certi che egli vi consolerà ed esaudirà.
A questa fiducia aggiungete la costanza nella preghiera, anche se tutto vi sembra impossibile ad ottenere; San Giuda Taddeo, ricordàtelo, opera per vie misteriose, usa mezzi di esaudimento e di consolazione ai quali noi, piccole creature, non pensiamo neanche.
La fiducia, quindi, nella potenza di questo eccezionale Patrono, accompagnata dalla preghiera perseverante, saranno i canali attraverso i quali il Sacro Cuore di Gesù farà scendere la Sua Divina Grazia sulle sofferenze di noi, spesso distratti e peccatori.


Lettera cattolica di San Giuda Taddeo
Torna all'inizio


Profondamente addolorato per le eresie dei Nicolaiti, dei Simoniani e dei Cerentiani che già serpeggiavano in seno alla nascente Chiesa di Cristo, scrisse una lettera Apostolica contro gli errori di questi empi ed ingrati figli fomentatori di discordie, di disordini morali e materiali e degni solo delle più profonde tenebre eterne. Tale lettera giudicata dalla Chiesa " piena della forza e della grazia del cielo " è ritenuta di ispirazione divina e quindi inserita nel numero delle Sacre Scritture del Nuovo Testamento.
Pur essendo breve, è fin documento carico di grande spiritualità e di insegnamenti tanto profondi che si rimane subito avvinti dal suo contenuto; ogni frase di tale lettera, ogni espressione, ogni parola è un monito, una legge di amore divino, un invito a seguire ciecamente le vie del Signore.
Sono tanto sublimi gli insegnamenti di tale lettera che parecchi sono i cristiani che, ritenendola a memoria, ne fanno strumento di azione evangelica; in tutte le crisi che hanno travagliato nei secoli l'umanità, le parole di tale lettera si sono rivelate attuali in ogni contingenza e l'umanità stessa ha tratto da essa i motivi per andare verso Dio sempre ed in ogni evento. La figura di San Giuda, autore di un sì grande capolavoro della letteratura evangelica, si staglia dolcemente sulle coscienze del genere umano e, con la sua fermezza e sapienza, addita agli uomini della terra la via che conduce - da sola - a Dio.

* * *

Giuda, servo di Gesù Cristo, e fratello di Giacomo, a quelli che sono amati da Dio Padre e conservati e chiamati in Gesù Cristo.

La misericordia, la pace e la carità vi siano moltiplicate.

False dottrine e falsi dottori

Carissimi, desideroso come sono di scrivervi con ogni sollecitudine intorno alla comune vostra salute, mi son trovato nella necessità di scrivervi per esortarvi a combattere vigorosamente per la fede, che è stata data una volta per tutte ai Santi.
Poiché tra noi si sono intrusi certi uomini empi (la cui condanna è già scritta da tempo), i quali mutano in lussuria la grazia del nostro Dio, e negano il solo Dominatore e Signore nostro Gesù Cristo. Ora io voglio ricordarvi, quantunque conosciate già tutte queste cose, che Gesù Cristo, liberando il popolo dalla terra d'Egitto, sterminò poi quelli che non credettero; e che gli angeli, che non conoscevano la loro dignità, ma abbandonarono la loro dimora, li riserbò per il giudizio del gran giorno. nelle tenebre, stretti in eterne catene.
Così pure Sodoma e Gomorra e le città attorno, ree allo stesso modo di fornicazione e di vizi oltre natura, ci restano ad esempio, soffrendo la pena di un fuoco eterno. Nella stessa guisa anche questi contaminano la (loro) carne, disprezzano l'autorità, bestemmiano la maestà.
Quando Michele l'Arcangelo disputando altercava con il diavolo relativamente al corpo di Mosè, non ardì di pronunziare sentenza di maledizione, ma disse: "Ti reprima il Signore ". Invece questi bestemmiano tutto quello che non conoscono; e tutte quelle cose, che come i muti animali naturalmente conoscono, son quelle che li conducono a perdizione. Guai a loro perché hanno già preso la via di Caino, e per sete di guadagno si sono gettati nell'errore di Balaam, e sono periti nella ribellione di Core.
Queste sono macchie nelle loro àgapi, ponendosi insieme a mensa: senza rispetto, pascendo se stessi, nuvole senz'acqua, portate qua e là dai venti, alberi (l'autunno, senza frutti, due volte morti, sradicati, onde furiose del mare, che spumano le proprie turpitudini, astri erranti, ai quali son serbate in eterno le tenebre più profonde. Ora di questi profetò Enoc, il settimo (patriarca) da Adamo, dicendo: " Ecco viene il Signore con le migliaia dei suoi santi a far giudizio contro tutti, a chieder conto da tutti gli empi di tutte le empietà da essi empiamente commesse e di tutte le arroganze che questi peccatori empi hanno detto contro di Lui ". Costoro sono mormoratori queruli che vivono secondo i loro appetiti, e la loro bocca parla di cose superbe, e se lodano qualcuno è per i fini interessati.

Badare a se stessi per salvare gli altri

Ma voi, carissimi, ricordatevi di quel che vi è stato predetto dagli apostoli del Signore nostro Gesù Cristo, i quali vi dicevano che negli ultimi tempi sarebbero venuti degli schernitori, che vivranno secondo i loro istinti nell'empietà. Costoro son quelli che generano le divisioni, animaleschi, privi dello spirito. Ma voi, carissimi, edificando voi stessi sopra la santissima vostra fede e pregando per virtù dello Spirito Santo, conservatevi nell'amore di Dio, aspettando che la misericordia del Signor nostro Gesù Cristo vi dia la vita eterna. Intanto correggere gli uni, dopo averli convinti; altri salvate, strappandoli dal Cuoco; di altri abbiate pietà mista a timore, odiando perfino la veste macchiata dalla carne!

A Dio nostro, gloria!

A Colui poi che è potente di conservarvi senza peccato e farvi comparire immacolati, davanti alla sua gloria in esultanza, nella venuta del Signor Nostro Gesù Cristo, al solo Dio, Salvator Nostro per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore, siano gloria, maestà; signoria e potestà innanzi a tutti i secoli e ora per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Preghiera a San Giuda Taddeo
Torna all'inizio
(da recitarsi ogni giorno davanti all'immagine del Santo)


Eccoci, dinanzi a Te, glorioso Apostolo S. Giuda per offrirti l'omaggio della nostra devozione e del nostro amore.
Tu fai amorosamente sentire a quanti t'invocano il tuo potente aiuto e patrocinio, e come non sia vana la fiducia riposta nella bontà del tuo cuore. Appunto per questo noi Ti offriamo l'omaggio della nostra devozione, memori dei favori già ricevuti e pieni di gratitudine per l'assistenza concessa.
Ma nello stesso tempo ci sentiamo spinti a supplicarti che non cessi mai il tuo aiuto e protezione.
Tu che fosti legato da vincoli di parentela e da particolarissimo amore al Redentore Divino Gesù, fonte di ogni Bene, ottienici le grazie a noi necessarie per condurre una vita santa, ed impètraci anche quelle benedizioni che siano segno della divina compiacenza.
Dio benedica, per tua intercessione, o caro Santo Apostolo, i fedeli che Ti onorano e promuovono il tuo culto, quanti spinti dal tuo esempio lavorano per la gloria ed il bene delle anime; che quanti Ti pregano - e tra questi anch'io - , sentano in cuore di essere esauditi: e la Grazia Divina scenda a corroborare la debolezza di tutti, affinché amando e servendo l'infinita maestà e bontà divina ci sia concessa la corona ed il gaudio dei servi fedeli. Amen.

Un Pater, Ave, Gloria.

CON APPROVAZIONE ECCLESIASTICA 1977


Novena perpetua in onore di San Giuda Taddeo
Torna all'inizio
(da recitarsi nei casi difficili della vita)


San Giuda, Apostolo glorioso, fedele servo e amico di Gesù! La Chiesa ti onora e ti invoca universalmente come patrono dei bisognosi.
Prega per me, che sono tanto miserabile, per quel particolare privilegio a te concesso di venire prontamente in aiuto dov'è più urgente … Vieni in mio aiuto in questa grande necessità così che io possa ricevere la consolazione e la protezione del Cielo in tutte le mie tribolazioni e sofferenze, particolarmente… (qui si faccia la propria domanda), e possa benedire Dio con te e con tutti gli eletti per tutta l'eternità.
Io ti prometto, o beato San Giuda, di essere sempre riconoscente di questo grande favore, e non smetterò mai di onorarti come mio speciale e potente Patrono e di fare quanto sarà in mio potere per incoraggiare la devozione verso di te. Amen.

San Giuda, prega per noi e per tutti quelli che invocano il tuo aiuto.
San Giuda, soccorso dei disperati, aiutami nella mia afflizione!
Prega per noi, affinché ci sia dato di essere ammessi nella compagnia dei beati, per godere eternamente alla presenza di Dio. Amen.

Beato Apostolo, noi ti invochiamo con fiducia!
Prega per noi, affinché prima della morte possiamo espiare tutti i nostri peccati con un sincero pentimento e col ricevere degnamente i Santi Sacramenti.

ORAZIONE

Apostolo glorioso, S. Giuda Taddeo, che portasti la vera fede alle nazioni più lontane, che guadagnasti all'obbedienza di Gesù Cristo molti popoli con il potere della tua santa parola, concedimi, te ne supplico, che da questo giorno io rinunci ad ogni peccato, che sia preservato da tutti i cattivi pensieri e possa sempre ottenere la tua protezione, particolarmente in ogni pericolo e difficoltà, e che possa giungere salvo alla Patria celeste, per adorare con te la Santissima Trinità, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.


Novena in onore di San Giuda Taddeo
Torna all'inizio
(in preparazione della festa del Santo, 28 Ottobre)


O Dio, vieni a salvarmi. Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre
Credo

Primo giorno. O glorioso San Giuda Taddeo, che con la tua predicazione hai stabilito, propagato ed esteso per il mondo intero la Chiesa formata con il preziosissimo Sangue del Signore, ottieni anche a noi di essere fedeli agli insegnamenti della Santa Madre Chiesa e di difenderla con la sapienza della tua divina dottrina.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Secondo giorno. O viva immagine di angelica purezza, San Giuda Taddeo che, chiamato dal Signore all' apostolato, portasti dovunque il profumo della tua virtù, impetra a noi tutti la grazia della conversione.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Terzo giorno. O prodigio di umiltà e di fedeltà, San Giuda Taddeo, che sapesti vincere con il tuo esempio l' orgoglio dominante del mondo, ed infondere nei tuoi fedeli umiltà e coraggio apostolico, impetra a noi tutti la grazia di allontanare il nostro cuore dai beni e dagli interessi della terra, per consacrarlo tutto a Gesù.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Quarto giorno. Dal cielo, dove vivi accanto a Gesù, San Giuda Taddeo, volgi lo sguardo benigno su di noi tuoi devoti, che con umile fiducia imploriamo la tua potente intercessione presso Dio. Sono grandi le nostre necessità, ma sono più grandi i tuoi meriti. Poniamo in te la nostra speranza, sicuri della tua intercessione.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Quinto giorno. O fervente Apostolo San Giuda Taddeo, che con la predicazione ed i miracoli propagasti così fortemente dappertutto la gloria Dio, il Regno di Cristo ed il suo Vangelo, affrontando tanti pericoli fino al martirio, ottieni anche a noi la sincera conversione della nostra anima per essere tuoi imitatori nel difendere e diffondere la verità evangelica
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Sesto giorno. O apostolo infaticabile, San Giuda Taddeo, la tua vita fedele e perseverante è un richiamo continuo al nostro cuore; la tua pazienza nelle prove e nelle più dure avversità si oppone ad ogni nostra incostanza ed insofferenza. Ottienici che, tra tutte le avversità, il Signore sia la nostra speranza ed il solo oggetto del nostro amore.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Settimo giorno. Evangelizzatore inviato da Gesù, San Giuda Taddeo, che passasti su questa terra facendo del bene, ridonando serenità ai tribolati, salute agli infermi, conversione ai peccatori più ostinati, rinnova in noi i prodigi della tua potenza, trasforma il nostro cuore dominato da tante passioni e dacci un cuore tutto simile al tuo: umile, confidente, fervoroso e mite.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Ottavo giorno. Uomo dal cuore aperto a chi ti invoca, San Giuda Taddeo, che avesti una grande fede da additarla aia tutti nella tua Lettera, ottienici la grazia di aver sempre una viva confidenza nella protezione del Signore. Fa che possiamo vivere con la serena fiducia di ottenere dal cielo il soccorso necessario a tutte le nostre quotidiane difficoltà.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

Nono giorno. Grande protettore della Chiesa, San Giuda Taddeo, che con il tuo martirio hai meritato la palma della vittoria e, unito al Signore in Paradiso, hai elargito copiose grazie ai tuoi devoti, ottieni anche a noi, che con molta speranza ti invochiamo, la grazia … di cui abbiamo tanto bisogno; certi di ottenerla, per la tua intercessione, dai meriti di nostro Signore Gesù Cristo.
Padre nostro - Ave Maria - Gloria al Padre

- San Giuda Taddeo, potente nei casi disperati;
- Prega per noi.

PREGHIAMO

O Dio, la cui bontà e misericordia non hanno limiti, ascolta benigno le preghiere dei tuoi figli e concedi che tutti coloro che ti onorano devotamente nel tuo apostolo San Giuda Taddeo, per l'efficacia dei suoi meriti, ottengano che sia esaudita la loro preghiera. Per Cristo nostro Signore. Amen


Novena in onore di San Giuda Taddeo
Torna all'inizio
(in preparazione della festa del Santo, 28 Ottobre)


Glorioso San Giuda, per la tua fede operosa ottienimi, in questi tempi così difficili, fermezza nella fede.
Pater, Ave, Gloria.

Pietoso Apostolo San Giuda, molti sono i nostri bisogni, le nostre infermità di spirito e di corpo, aiutaci a tutto sperare nei meriti infiniti del Divin Salvatore Gesù.
Pater, Ave, Gloria.

O zelante Apostolo, quanto è grande il tuo amore verso Dio! Ottieni anche a noi di amare Dio sopra ogni cosa.
Pater, Ave, Gloria.

O infaticabile San Giuda, la fede e la carità non avrebbero valore, se non vi corrispondono le opere buone. Fa' che ad imitazione tua, noi siamo cristiani non solo di nome, ma anche nelle opere.
Pater, Ave, Gloria.

O amico di Cristo, cosa possiamo fare senza l'aiuto di Dio? Aiutaci a vivere uniti a Lui con lo spirito di orazione e con la frequenza ai Santissimi Sacramenti.
Pater, Ave, Gloria.

O maestro di verità, poiché sperimentiamo la nostra debolezza di fronte alle tentazioni, non permettere che venga meno la nostra fede e la coerenza della nostra vita cristiana.
Pater, Ave, Gloria.

O Martire glorioso della nostra fede, ottienici di essere membra vive della Santa Chiesa Cattolica, in comunione con il Santo Padre, il nostro Papa …
Pater, Ave, Gloria.

O confortatore degli afflitti, rendici con il tuo esempio e per la tua intercessione, misericordiosi e solleciti verso il nostro prossimo.
Pater, Ave, Gloria.

O glorioso intercessore, protettore nelle cause difficili e disperate, a te ricorriamo per ottenere quelle grazie di cui abbiamo bisogno, affinché Dio sia glorificato in eterno.
Pater, Ave, Gloria.


Breve triduo
Torna all'inizio


1) Fedele Apostolo di Gesù Cristo, glorioso San Giuda, prostrato ai tuoi piedi ti venero con affetto di figlio e ti prego di ottenermi dal Signore il perdono di tutti i miei peccati, che detesto con tutta l'anima mia, ed insieme la grazia speciale ... (qui si faccia la propria domanda) di cui ho bisogno.
Pater, Ave, Gloria.

2) Splendida luce della Chiesa di Gesù Cristo, amabile S. Giuda, tu che la edificasti con la tua sapienza e santità, ottienimi l'aumento di tutte le virtù e la grazia particolare che ti domando...
Pater, Ave, Gloria.

3) Testimone e modello della fede, ammirabile San Giuda, dall'alto del trono che meritasti con l'apostolato e con il martirio esaudisci, come pegno del tuo patrocinio in vita ed in morte, la supplica che ti rivolgo nella presente necessità...
Pater, Ave, Gloria.


Rosario devoto in onore di San Giuda Taddeo
Torna all'inizio


San Giuda è chiamato prodigioso perché per suo mezzo si ottengono grandi grazie nei casi disperati, sempre che quello che è chiesto concorra alla maggior gloria di Dio e sia conforme alla Sua volontà.

O Dio vieni a salvarmi…
Atto di dolore

Gloria al Padre… e: Santi Apostoli, intercedete per noi (tre volte)
Poi si dirà dieci volte: San Giuda Taddeo, soccorrimi in questa necessità
Gloria al Padre… e invece del Pater noster: Santi Apostoli, intercedete per noi
(per i cinque misteri del rosario).
Si conclude con un Credo, una Salve Regina e la seguente:

Preghiera

Dio, che per mezzo del tuo Santo Apostolo Giuda Taddeo ci hai fatto conoscere il tuo nome, fa che celebriamo con frutto la sua gloria eterna e ne ricaviamo profitto per la nostra vita.
Per Cristo nostro Signore. Amen


Laude a San Giuda Taddeo
Torna all'inizio

Il labbro si schiuda
Per l'inno festoso
A onor di S. Giuda
L'Apostol Glorioso.

O Giuda Taddeo
La tua santità
Pel mondo sì reo
Implori pietà.

Ardesti di zelo
Purezza ed amore
Per questo ora in cielo
Contempli il Signore.

Di Cristo l'invito
Seguisti e la voce
Fedel l'hai servito
Fin oltre la Croce.

Per noi anche implora
Che in speme, che in fè
Seguiamo ogni ora
Lui solo il gran Re!

O Apostolo glorioso
Noi pure lassù
Tu guida pietoso
Fin presso a Gesù.


Invocazioni al Santo Apostolo
Torna all'inizio


Signore - abbi pietà di noi

Gesù Cristo - abbi pietà di noi.

Signore - abbi pietà di noi.

Gesù Cristo - ascoltaci.

Gesù Cristo - esaudiscici.

O Dio Padre, che sei nei Cieli - abbi pietà di noi.

O Dio Figliolo Redentore del mondo - abbi pietà di noi.

O Spirito Santo Dio - abbi pietà di noi.

O Dio Uno e Trino - abbi pietà di noi.

S. Giuda Taddeo, tu che sei stato innalzato da Gesù Cristo alla dignità del ministero apostolico
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che nell'Ultima Cena hai ricevuto con grande adorazione la Santissima Eucaristia dalle mani del tuo diletto Maestro Gesù Cristo
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che dopo aver pianto amaramente la morte di Gesù, L'hai visto ascendere alla gloria del cielo
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che nel giorno della Pentecoste, insieme agli altri Apostoli, hai ricevuto il dono dello Spirito Santo
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che dopo l'Ascensione di Cristo hai evangelizzato le nazioni della Persia
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che con la tua dottrina hai convertito innumerevoli pagani alla fede cristiana
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che per virtù dello Spirito Santo hai operato tanti miracoli
prega per noi

S. Giuda, tu che disprezzando le minacce, hai predicato la vera fede
prega per noi

S. Giuda Taddeo, tu che confessando il nome di Cristo, hai consumato il tuo martirio sotto i colpi di bastone
prega per noi

S. Giuda Taddeo, affinché siamo tuoi devoti
prega per noi

Affinché Dio per i tuoi meriti si degni convertire i lontani alla vera fede - ti preghiamo, ascoltaci

Affinché ti degni di accrescere in noi le virtù della fede, della speranza e della carità - ti preghiamo, ascoltaci

Affinché ti degni di sostenerci in tutte le tentazioni - ti preghiamo, ascoltaci

Affinché ti degni di proteggere tutti i tuoi devoti - ti preghiamo, ascoltaci

Affinché prima della morte possiamo degnamente ricevere i SS. Sacramenti - ti preghiamo, ascoltaci

Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo - perdonaci, o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo - esaudiscici, o Signore
Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo - abbi pietà di noi, o Signore

Prega per noi, S. Giuda Taddeo
Perché siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo

O Dio, la cui bontà e misericordia non hanno limiti, ascolta benigno le preghiere dei tuoi figli e concedi che tutti coloro che ti onorano devotamente nel tuo apostolo San Giuda Taddeo, per l'efficacia dei suoi meriti, ottengano che sia esaudita la loro preghiera. Per Cristo nostro Signore. Amen


Orazione
Torna all'inizio


O Dio, la cui bontà e clemenza giammai può venire meno, inclina benignamente le tue orecchie alle preghiere dei servi tuoi, e concedi, che tutti quelli, i quali ossequiosamente ti venerano per mezzo del tuo Apostolo S. Giuda Taddeo, mercé gli efficaci meriti di Lui, possano conseguire le loro domande per i meriti di Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

V. Benediciamo il Signore.

R. Rendiamogli sempre grazie.

V. Le anime dei defunti per Divina Misericordia riposino in pace.

R. Amen.

V. Il divino aiuto sia sempre con noi.

R. Amen.


Preghiera a San Giuda Taddeo
Torna all'inizio
(per ottenere qualche grazia)


O glorioso Apostolo S. Giuda Taddeo, vero parente di Gesù e Maria secondo la carne, ricorro a Voi, che siete ben conscio della vostra grande dignità e potenza sul Cuore Divino di Gesù. Per mezzo di questo Cuore Divino io lodo e benedico Iddio per tutte le grazie di cui vi ha ricolmato. Umilmente prostrato davanti a Voi vi supplico con tutto il fervore del mio spirito di rivolgere su di me il vostro sguardo pietoso.
Oh! Accogliete le mie povere preghiere e non permettete che la fiducia riposta in Voi rimanga delusa.

A Voi il Signore ha concesso il privilegio di aiutare l'umanità nei casi più disperati.

Oh! Venite adunque in mio soccorso, perché io possa esaltare le misericordie di Dio.

Vi prometto di esservi riconoscente per tutta la mia vita e di essere sempre un vostro devoto, finché verrò, come spero, a ringraziarvi per tutta l'eternità lassù nel cielo. Amen.


A San Giuda Taddeo
Torna all'inizio


S. Giuda, mio prediletto,

Venite in casa che vi aspetto;

Venite e vedete;

Quel che manca voi lo sapete;

Venite e guardate,

Quel che manca voi lo portate!

Quel che non fa per casa mia,

Venite e scacciatelo via.

 

Preghiera

Vi piaccia, o Signore, di visitare questa nostra abitazione e cacciarne lungi tutte le insidie del nemico; vi fermino la loro dimora i vostri Angeli santi, affine di custodirci nella pace; e la vostra benedizione riposi sempre sopra di noi. Per Gesù Cristo nostro Signore. Amen.

Preghiera quotidiana di S. Gertrude

O misericordioso Apostolo, Martire di Gesù Cristo, S. Taddeo! Ricordati della dolcissima gioia che provò il tuo cuore allorché Cristo, il diletto tuo Maestro, insegnò a te ed agli altri tuoi Apostoli l'orazione del Padre Nostro: per questa dolcezza ti supplico d'intercedere che io serva fedelmente colla massima perseveranza, fino alla fine della mia vita, il mio Divino Maestro. Amen. (L. IV, cap. 4).

Pater, Ave, Gloria...

Preghiera di un infermo

O caro S. Taddeo, che con le tue mani hai risanato per virtù divina tante infermità dell'anima e del corpo, soccorrimi in questa mia debolezza e ottienimi da Dio che, se tale è la sua volontà, benignamente tolga da me questa malattia, affinché maggiormente io lo possa servire e lodare quaggiù. Amen.

Preghiera per aiuto ed assistenza nelle necessità

O S. Taddeo, mio patrono ed avvocato, ti prego dì soccorrermi in questa necessità e soprattutto d'impetrarmi da Dio il perdono delle mie colpe, per le quali io debbo scontare queste pene temporanee. È poi chiedi a Dio di liberarmi dall'attuale tribolazione ed angustia, purché ciò non sia contrario alla mia eterna salute. Ti raccomando, o S. Taddeo, di vegliare sul corpo e sull'anima mia, affinché la malizia e la violenza del demonio non mi possano nuocere ed affinché la croce e la contrarietà non mi allontanino da Dio, anzi mi siano d'aiuto per giungere un giorno all'eterna felicità del cielo. Amen.

Nella tentazione

Gesù disse a S. Brigida: " Taddeo ha vinto il demonio colla sua purezza di cuore " (Revel. Extra V. cap. 34).

O dolcissimo Gesù! Per l'amore col quale conservasti puro e casto il cuore del tuo Apostolo Taddeo e l'onorasti dei doni apostolici per farne una dimora degna di Te, liberami, per i suoi meriti e la sua intercessione, da questa tentazione. Amen.

Orazione

O San Giuda Taddeo, Apostolo di Gesù, ti saluto nel suo Cuore e per mezzo di questo Cuore lodo e ringrazio Dio di tutti i favori che ti ha concesso.

Umilmente prostrato innanzi a te, ti prego pel Cuore di Gesù di volgere su di me uno sguardo di compassione e di non respingere la mia povera preghiera, affinché la mia fiducia non sia vana.

Dio ti diede la facoltà di aiutare i bisognosi colla tua potente intercessione. Vieni dunque in mio soccorso affinché possa lodare la misericordia di Dio.

Per tutta la mia vita sarò il tuo fervente e riconoscente devoto, finché possa giungere a lodarti in Cielo.

Pater, Ave, Gloria, Credo.

Preghiera nelle infermità e malattie



O pietoso Apostolo del Signore, che foste benefico apportatore di salute, operando miracoli a sollievo di poveri infermi e languenti, a Voi ricorro con fiducia grande nella mia infermità (...oppure: nella infermità in cui langue quella mia persona cara...) per averne, per la grazia del Signore, liberazione, prosperità e salute. Riconoscente del favore che per vostra intercessione io spero ottenere, prometto di impiegare più santamente tutti i giorni del vivere mio per meritare dal Signore il premio dei buoni e fedeli suoi servi.


Rendono grazie al loro celeste patrono
Torna all'inizio


Grazia ricevuta.
- Il 26 ottobre venni ricoverato d'urgenza, dopo un accurato consulto medico, presso la Clinica Morgagni dell'Ospedale San Camillo di Roma, sotto le cure del Prof. Pennacchia. La diagnosi: scompenso cardiaco, edemi in tutte le parti del corpo, complicazioni delle vie urinarie, nonché bronchite. Mio fratello Sacerdote, venuto per l'occasione a trovarmi, insieme al mio Parroco Mons. Rebato di Veroli della Chiesa di Santa Maria Goretti, vista la gravità del mio stato volle, prima che mi recassi in Clinica, amministrarmi i SS. Sacramenti che ricevetti con devozione e gioia.

Il mio stato era gravissimo, ma la mia fede in San Giuda Taddeo a cui mi rivolsi per ottenere da Dio la guarigione fu talmente grande, che il Prof. Pennacchia, direttore della Clinica e i suoi bravi Collaboratori, ispirati dal Santo, dopo 47 giorni di degenza mi hanno dato la gioia di ritornare a casa guarito. In fede
Roma, 1966.

LUCIANI Giovanni

Grazia ricevuta. - Mia sorella Elena versando in gravi condizioni a causa di una persistente emorragia, fu ricoverata d'urgenza all'Ospedale, dove dai Medici venne dichiarata in pericolo di vita. Ci rivolgemmo con suppliche e preghiere al grande Santo ed Egli ci ottenne ciò che umanamente non era più possibile, il miglioramento e la guarigione di mia sorella. In fede
Roma, 1966.

la sorella Emilia RICCARDI

Grazia ricevuta. - Ricoverato d'urgenza all'Ospedale per meningite avendo il medico dopo la visita dichiarato il caso disperato, invocai San Giuda e subito si manifestò un improvviso e progressivo miglioramento. In fede
Roma, 1963.

P. GUALTIERI

Grazia ricevuta. - Nel mese di Luglio del 1959 fui ricoverata al Policlinico e visitata dal Prof. Cattani. Fatti gli accertamenti fu dichiarato trattarsi di cancro al collo dell'utero. Fu iniziato subito un primo e poi un secondo ciclo di raggi X, ma il male progrediva. Io pregavo con fervore San Giuda Taddeo fiduciosa che Lui poteva ottenermi la grazia della completa guarigione. Intanto arrivammo al 15 Ottobre del 1960, giorno in cui passai una nuova visita per fare un terzo ciclo di raggi X. Ma quale non fu la sorpresa del Professore, il medesimo dell'anno prima, quando constatò che il male era completamente scomparso. Mi fu consegnato il cartellino e fui dimessa dal Policlinico, perché guarita completamente. Riconoscente rendo grazie al mio celeste Protettore. In fede
Roma, 1963.

Concettina DI BENEDETTO

Fede premiata. - Da un anno tengo in venerazione nella mia casa il quadro di San Giuda Taddeo, e a Lui mi rivolgo sempre con fede nelle mie necessità. Un giorno svegliando il mio piccolo lo trovai tutto irrigidito nell'impossibilità di fare il più piccolo movimento. Allarmata, chiamai immediatamente il medico che abitava nell'appartamento accanto al mio e visitato il mio piccino, mi disse che si trattava di poliomielite. Mi consigliò di portarlo immediatamente in una Clinica per le cure del caso. In procinto di uscire di casa presi con me il quadro di San Giuda e, con fede toccai con questo il mio caro bambino. Subito, con mia grande sorpresa e gioia immensa, cominciò a muovere le gambe e le braccine. Chiamai nuovamente il medico affinché constatasse il nuovo fatto avvenuto. Questi con sua grande meraviglia constatò che il male era scomparso e il bimbo completamente guarito e attestò l'intervento soprannaturale. Oggi dopo parecchi mesi il miracolo continua e il mio bambino cresce sano e robusto. Riconoscente al Santo faccio pubblicare la grazia, affinché si estenda sempre più la Sua devozione e sia conosciuto. In fede
Roma, 1962.

PELLEGRINO

Scampato incidente. - Domenica 20 Novembre mi recavo con mia figlia in macchina a Firenze. Come è mia abitudine, prima di salire, mi ero fatta il segno della croce e avevo invocato la protezione di San Giuda. A metà strada cominciò pioggia e vento: la macchina slittava sull'asfalto. Ad un tratto girò su se stessa. Credemmo di andare a sbattere contro il muraglione che fiancheggia la strada; con mia figlia invocai il nostro Santo Protettore e la macchina si fermò e potemmo arrivare incolumi a Firenze. Ritornata a Roma mi sono recata subito a ringraziare San Giuda. In fede
Roma, 1966.

Grazia AGOSTINELLI

Intervento evitato. - Da parecchio tempo soffrivo di forti dolori al fegato. Ricoverato all'ospedale i professori dopo i necessari accertamenti dichiararono indispensabile un intervento chirurgico. Con illimitata fiducia, unito ai miei cari mi rivolsi a San Giuda Taddeo. Subito mi sentii migliorato e fattomi visitare fu constatato, con viva sorpresa dei professori, che il male era scomparso completamente. Inutile, quindi, l'operazione. Per assicurarmi oggi 20 Gennaio ho voluto sottopormi a un nuovo esame radiologico dal quale è risultato che del male precedentemente trovato non esiste più nessuna traccia. In fede
Roma, 1962.

Giulio e Caterina GUARDABASSI

Guarito da poliomielite. - Un giorno mi accorsi, con mia sorpresa, che il mio piccolo Massimo non si reggeva più in piedi. Lo portai subito al Policlinico, il professore lo visitò e lo diagnosticò: poliomielite. In preda al dolore e allo sgomento telefonai dalla Clinica alla zia; questa mi esortò a pregare San Giuda Taddeo e a promettere di pubblicare la grazia. Iniziai subito il triduo e dopo tre giorni riportai a casa il mio piccolo Massimo completamente guarito. Ora sta bene e riconoscente adempio la promessa fatta. In fede
Roma, 1961.

CANINI

Illeso dalle fiamme. - Mio nipote Franco, mentre lavorava a un distributore di benzina, scoppiò un bidone: trovandosi vicino le fiamme lo investirono avvolgendolo completamente. Egli invocò San Giuda e il Santo venne in suoi aiuto. Infatti subito soccorso e portato al primo ambulatorio, con meraviglia dei medici e infermieri, non riscontrarono nessuna traccia di ustione e subito potè riprendereil lavoro. In fede
Roma, 1961.

TRIVELLATO

Illeso nella macchina capovolta. - Il giorno 30 Ottobre 1959 verso le ore 20, mentre tornavo da Cori (Latina) alla volta di Velletri a circa 4 Km. dalla ridente cittadina, posta quasi alle falde dei monti Lepini, dopo aver superato una curva eseguita forse con troppa velocità, mi accorsi che un oggetto posto sul sedile posteriore della mia " bianchina " si era capovolto. Anziché frenare e quindi fermarmi per rendermi conto di quanto era accaduto, continuai la corsa e togliendo la mano destra dal volante, provai a rimettere l'oggetto al proprio posto, reggendo il volante con la sinistra e voltandomi anche leggermente indietro come altre volte avevo fatto. Dovetti però adattarmi alquanto e appena girai la testa e tornai a prendere il volante con la destra, mi accorsi che ero sul ciglio opposto della strada. Mi sforzai di tornare alla mia destra, ma troppo tardi e ruzzolai con la macchina su di una scarpata alta quasi tre metri.La " bianchina " era ormai conle ruote all'aria ed io con i piedi sul tetto dell'utilitaria. A stento in preda a spavento temendo lo svilupparsi di un incendio riuscii ad uscire dal finestrino destro, senza farmi alcun male. Dei conoscenti giunti dopo qualche istante, rimisero dritta la " bianchina " e con la stessa ritornai a casa.
Pendeva dallo specchietto la medaglia della Madonna e appesa alla chiavetta del quadro era quella di San Giuda Taddeo. Sento il dovere di ringraziare pubblicamente i miei potenti Protettori, che mi hanno assistito facendomi uscire illeso, senza neppure un graffio, da sì grande pericolo. In fede

Anastasio PICA

Il piccolo Taddeo. - Sempre con l'alto aiuto di San Giuda Taddeo il 13 Febbraio 1958 mi sono sposata. Il matrimonio, il viaggio di nozze e l'inizio della vita coniugale tutto è riuscito felicemente, mancava per completare la mia felicità la venuta di un bambino. Data la mia età non giovanissima, trascorso il secondo mese di matrimonio, cominciai a temere che forse mi dovevo contentare soltanto della felicità di avere mio marito che è l'ideale degli sposi. Intanto pregavo San Giuda che completasse la mia felicità con la benedizione di un figlio, ma il 21 Maggio dello scorso anno ebbi il dolore di conoscere le difficoltà che venivano ad ostacolare la realizzazione del mio desiderio. Addoloratissima, credetti ormai non più possibile offrire al mio sposo un bimbo, a lui proprio che, per la sua professione di medico, ha l'occasione di vederne tanti. Questo pensiero mi tormentava moltissimo; alfine mi rivolsi fiduciosa, e anche dietro consiglio di mio marito, alla potente intercessione di San Giuda Taddeo. Presto mi accorsi che la mia preghiera era stata esaudita: infatti contrariamente a tutte le diagnosiealle aspettative si annunciò per mela gioia della maternità, gioia che era, però, turbata dall'incertezza dell'esito, per le difficoltà che accompagnavano il suo corso. Dal punto di vista medico era impossibile che tutto andasse a termine bene. Tutto era veramente nelle mani di Dio. Il 4 Febbraio è venuto al mondo il mio bambino e l'evento fu felicissimo e senza nessun intervento chirurgico che era dato come cosa certa; inoltre non ebbi conseguenze e complicazioni, e questo fu il miracolo più grande. Il bimbo ha ora tre mesi, è sanissimo, ed ho anche la soddisfazione di poterlo allattare da me. Posso citare, per avvalorare la mia testimonianza il nome dell'Ill.mo Prof. Cataneo e di mio marito. In fede